Mario Tonucci: Road to Albania. Intervista esclusiva

L’uomo che ha contribuito a cambiare la Costituzione Albanese ci parla dei punti di forza e delle criticità imprenditoriali.

Tonucci & Partners prende avvio nei primi anni ’90 dall’ambizioso progetto di uno studio legale italiano dalla vocazione internazionale e con particolare focus sull’est Europa. Conta oggi sedi in Italia (Roma, Milano, Padova, Firenze, Prato, Napoli, Foggia), Romania (Bucarest), Serbia (Belgrado) e Albania (Tirana).

Albania Economia ha intervistato il dott. Mario Tonucci.

Lo studio Tonucci & Partners è stato pioniere nello stabilire uffici nell’est Europa. Come nasce la vostra presenza in Albania?

Abbiamo iniziato la nostra attività professionale in Albania nel 1995. La commissione “E.U. PHARE” e il Governo Albanese hanno scelto Tonucci & Partners come consulente legale e coordinatore per le riforme ed il miglioramento della legislazione economica in Albania. Abbiamo supervisionato e coordinato un team di professionisti internazionali, specializzati in nove settori del diritto, per le modifiche della legislazione vigente in materia economica e l’approssimazione della stessa agli standard europei, partecipando attivamente alla redazione delle più importanti Leggi Albanesi, come la Costituzione del 1998 ed il Codice Doganale Albanese.
Lo studio è stato selezionato dalla Banca Mondiale come consulente legale esclusivo del Governo Albanese per la privatizzazione delle maggiori imprese statali operanti nei settori strategici quali petrolifero, gas, minerario e delle telecomunicazioni. Assistiamo regolarmente Ambasciate straniere in Albania e siamo stati consulenti OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) in diversi progetti sulle riforme legislative in Albania.
Siamo inoltre orgogliosi di essere membri attivi della F.I.A.A. (Associazione degli Investitori Stranieri operanti in Albania) e delle Camere di Commercio italiana, Britannica e Tedesca in Albania e Confindustria Albania.

Perché è vantaggioso investire oggi in Albania?

L’Albania è un Paese molto dinamico, giovane e in rapido sviluppo, con struttura politica e giuridica stabile, che e’ stato in grado di sostenere negli anni una permanente e consolidata crescita economica e buona stabilità macroeconomica.
La Sua posizione geografica nel sud-ovest della penisola balcanica, la manodopera qualificata ed a basso costo, il regime fiscale vantaggioso ed il fatto che l’Albania ha avuto nel 2014 lo status di Paese candidato all’ingresso nell’Unione Europea, rendono il Paese molto interessante per gli investitori, soprattutto Italiani, che oltre al mercato albanese vogliono accedere agli altri mercati della regione Balcanica e/o Europei.
Negli ultimi anni, il Governo albanese ha realizzato una serie di riforme strutturali per migliorare il cosiddetto “clima imprenditoriale” al fine di accrescere gli investimenti esteri verso l’Albania, soprattutto in riferimento ai possibili investimenti dei grandi gruppi internazionali che per varie ragioni avevano perso il loro interesse verso il Paese.
Abbiamo già fatto menzione alla riforma del sistema giudiziario che ha come obiettivo generale la creazione di un sistema efficiente ed affidabile, a supporto dello sviluppo sostenibile socio-economico del paese ed in grado di consentire la sua l’integrazione nello spazio europeo. Il quadro normativo albanese è stato indirizzato al fine di creare un clima favorevole agli investimenti, offrendo notevoli garanzie a tutti gli stranieri, persone fisiche o giuridiche, che intendano investire in Albania.
L’Albania e’ una realtà economica aperta con un commercio liberalizzato e garantisce parità di trattamento tra investitori stranieri e nazionali.
Benefici particolari sono previsti per gli investimenti strategici, definiti per legge sulla base di diversi criteri, tra cui: dimensioni degli investimenti, creazione di nuovi posti di lavoro, priorità economiche settoriali.
Inoltre, le procedure di registrazione delle nuove imprese risultano essere alquanto snelle e celeri. Infatti, per la costituzione e registrazione di una società a responsabilità limitata, la quale e’ anche la forma societaria più diffusa in Albania, l’intera procedura viene perfezionata entro il termine di 48 ore.

Quali sono invece le criticità riscontrate da un punto di vista imprenditoriale?

La politica fiscale albanese e’ soggetta a numerosi e continui interventi da parte dell’esecutivo il quale spesso effettua tali modifiche in modo discrezionale e sulla base di consultazioni non sempre approfondite con i vari gruppi di interesse.
Un altro aspetto da migliorare è la mancanza di trasparenza nelle gare pubbliche, anche se bisogna sottolineare che grandi passi in avanti sono stati compiuti in quel senso.
Anche se in termini più ridotti, per via delle ultime riforme adottate dal governo, sussiste ancora il problema della discrezionalità delle autorità pubbliche, in particolari quelle tributarie, e questo crea insicurezza e talvolta disparità di trattamento dei contribuenti.
Alcune criticità ci sono ma l’approssimarsi dell’ingresso del paese nella U.E., spinge il sistema governativo a lavorare seriamente sui problemi strutturali cercando positive soluzioni.

Quali sono i settori più promettenti da qui al prossimo futuro?

I settori dell’economia albanese con alto potenziale di sviluppo sono agricoltura, turismo, energia rinnovabile, minerario, petrolifero, gas, manifatturiero.
Il Governo Albanese ha attribuito particolare importanza allo sviluppo del settore industriale del turismo. La nuova legge sul turismo, che si occupa anche e soprattutto della standardizzazione delle strutture ricettive e delle guide che operano in Albania, insieme con il suo pacchetto di supporto, offre vari incentivi agli investitori nel settore del turismo, soprattutto a coloro che vogliono investire nella creazione di strutture alberghiere/resort di alto livello qualitativo – 4 o 5 stelle – e che siano in possesso di un marchio commerciale registrato e noto a livello internazionale.
Inoltre, l’Albania offre importanti opportunità nel settore agricolo, grazie al suo clima favorevole e al basso costo della forza lavoro rurale. Grazie all’uso di metodi tradizionali, la frutta, le verdure, la carne ed i prodotti lattiero-caseari albanesi sono coltivati e prodotti con pochissimi additivi artificiali, prodotti chimici o pesticidi. L’Albania è così in grado di diventare uno dei principali produttori mondiali ed esportatore di alimenti biologici di qualità destinati ai mercati regionali, europei e nordamericani.
Il settore agro-alimentare è una parte significativa dell’economia albanese, rappresentando circa il 20% del PIL e impiegando il 46% della forza lavoro nazionale. Investimenti importanti sono stati effettuati negli ultimi anni ed il valore aggiunto del settore è aumentato in modo continuativo. In particolare, notevoli investimenti sono previsti da parte del Governo albanese nel sistema di irrigazione e di drenaggio che non includono solo la riabilitazione dei canali, ma anche la modernizzazione di tutto il sistema.

Written By
More from Redazione

Egli Haxhiraj, l’avvocato dei vip.

Avvocato, Imprenditore, Mentore, Business Coach. Considerato da molti brillante e leale. Albania...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *