Uscire dall’emergenza e diventare un paese esportatore di energia green.

“l’Albania potrebbe divenire un paese completamente autonomo dal punto di vista energetico sul modello norvegese”

Albania Economia Magazine ha invitato l’Avv. Mario Tonucci, Fondatore & Managing Partner di Tonucci&Partners, dal 1995 studio Legale leader in Albania, affiancato dall’Avv. Sajmir Dautaj, responsabile del dipartimento energia dello stesso studio ed il dott. Giordano Gorini, Amministratore Delegato di Essegei SpA, il gestore del più rilevante portfolio idroelettrico privato in Albania (22 centrali idroelettriche) per avere in anteprima da loro indicazioni su come sarebbe possibile uscire dall’emergenza energetica che, a causa degli insostenibili costi delle importazioni, sta bloccando lo sviluppo economico del paese. In questo primo incontro organizzativo, svolto presso la nostra redazione, è emerso che sarebbe possibile raggiungere un risultato esaltante in quanto, per le sue ricchezze naturali, l’Albania potrebbe divenire un paese completamente autonomo dal punto di vista energetico sul modello norvegese dove l’energia prodotta da fonti rinnovabili (94% idroelettrico, 5% eolico, 1% geotermico) soddisfa ampiamente il fabbisogno interno diventando addirittura esportatore di energia green!

I tre esperti, che hanno creato un gruppo di lavoro nell’ambito del Sistema Italia, stanno lavorando per suggerire un adeguamento della normativa di settore che dia garanzie agli imprenditori per i loro investimenti e per identificare le infrastrutture prioritariamente necessarie per facilitare la trasmissione dell’energia dal produttore al consumatore a costi contenuti. Su questi temi, per arrivare a breve ad un piano attuativo, è già stato aperto da loro un confronto in sede Istituzionale e con gli imprenditori del settore. Di seguito ne riportiamo i punti salienti:

Avv. Mario Tonucci: “La crisi energetica in Albania ha assunto proporzioni tali da frenare lo sviluppo economico del paese. I costi dell’importazioni sono altissimi. Per uscire da questa emergenza ci sarebbe bisogno di investimenti nell’ambito delle infrastrutture, per facilitare la produzione e la trasmissione dell’energia e, normative in grado di dare assicurazioni agli investitori”.

Avv. Sajmir Dautaj: “Trasformare le attuali formule concessionarie da ROT/BOT a BOO e modifica della metodologia che stabilisce i prezzi dell’energia”. 

Dott. Giordano Gorini: “ Per le sue ricchezze naturali, l’Albania potrebbe divenire un paese completamente autonomo dal punto di vista energetico sul modello norvegese dove l’energia è prodotta da fonti rinnovabili”. E aggiunge: “Con una trasformazione della formula concessionaria, saremmo pronti ad investire fin da subito in altre centrali idroelettriche”.

 

About Redazione

Check Also

Silvia Minotti, la prima in Albania a raccogliere e recuperare i rifiuti a livello business

“Siamo stati i primi a svolgere la raccolta, il trasporto e il recupero dei rifiuti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *